Questo post lo devo a Sonja che citandomi nel suo blog mi passa il testimone per continuare questa specie di catena di Sant’Antonio che, da un po’ di tempo, impazza nella blogsfera.

Il gioco consiste nell’indicare 7 post che abbiano le caratteristiche che trovate di seguito ed è carino per far conoscere un po’ di cose riguardo le statistiche del proprio blog ma anche le proprie opinioni sui post scritti (della serie i più apprezzati non è detto che siano quelli che consideriamo personalmente i più belli). Alla fine della classifica vanno citati altri 7 blog ai quali passare il testimone. Ora il mio problema è che non credo di averne 7 che non abbiano già partecipato al gioco o non siano stati già citati da altri. Nel caso sarò costretta a ridurre la lista mio malgrado.

Ma andiamo ad incominciare.

  1. Il post il cui successo mi ha sorpreso: Questo è facile perché è certamente Gioco di ruolo. E’ un post che ho scritto piuttosto a caso e che neppure reputo particolarmente riuscito (anzi!) ma che è ai primi posti nella classifica dei più letti. Il motivo è semplicissimo e riguarda l’indicizzazione di Google: pare che un sacco di gente cerchi notizie di Hieronymus Bosch sul web! Quindi nulla a che vedere con la qualità intrinseca del post🙂
  2. Il post più bello: Questo è difficile perché sono pessima nel riconoscermi meriti… Vediamo, probabilmente Spettatore inconsapevole perché è frutto di una collaborazione e perché, alla fine, è venuto proprio bene😉
  3. Il post più popolare: Se per popolare si intende più letto dovrei citare sempre Gioco di ruolo, ma siccome i motivi per cui quel post è stato tanto letto non sono direttamente dipendenti dal suo contenuto credo che sia più giusto citare Donnine putride che è stato piuttosto apprezzato dai fedelissimi e pure dagli avventori occasionali. Con molta soddisfazione da parte mia, devo dire🙂
  4. Il post che non ha avuto il successo che meritava: Questa è già più facile perché credevo molto ne I padri di King che è per me un post molto sentito ma che, in realtà, è stato piuttosto trascurato dai più. E invece è bello! Secondo me non lo avete letto attentamente😦
  5. Il post più controverso: Questo è palese: Non è detto che ciò che sta in superficie sia necessariamente superficiale. Del resto se si cita un brano tratto da BariccoMi aspettavo la lapidazione, in effetti. È già andata di lusso così!
  6. Il post più utile: Direi La Lettura. Perché descrivendo e riportando i contenuti del primo numero dell’inserto del Corriere della Sera almeno ho dato indicazioni utili a chi se lo era perso😉
  7. Il post di cui vado più fiera: Nel buco del coniglio e in un paese colmo di malsane meraviglie. Trovo quel post originale ed approfondito. E poi mi sembra che dia una lettura inedita di Shining e non banale.

Beh, guardando questa classifica, adesso che l’ho scritta, mi rendo conto che non comprende neppure un post dell’impresa2. Che tristezza! È proprio un fallimento😦 Certo che anche io non è che mi ci dedichi tanto dato che il post sulla visita alla Galleria dell’Accademia lo sto lasciando lì a candire non so più neppure da quanto! Va bene, dai, ora mi ci impegno. Mi devo impegnare un po’ per tutto, in verità, vista la latitanza scandalosa di queste ultime tre settimane… Prometto che recupero. E siccome non voglio fare come Qwertyminus quando promette (🙂 )mi ci metto d’impegno. Parola di lupetto.

E ora i 7 che vorrei si cimentassero nella sfida:

CineFatti

Il blog di Suibhne

Il Pizzo

Paperi si nasce

Solaris

Trasferelli

Vita in pillole

Questi blog non mi pare che abbiano ancora aderito (se mi sbaglio correggetemi!) né sono stati citati da altri blogger, per lo meno da quelli che frequento abitualmente.

Allora? Che aspettate? È più divertente di quello che sembra perché ti obbliga a pensarti per come gli altri ti vedono. Che è sempre una cosa utile😉